venerdì 25 novembre 2011

7 links project...

E chi avrebbe mai pensato di partecipare a questo "gioco" che in questi giorni gira per la rete??? Beh, Francesca di Libro e forchetta mi ha invitata, ed accetto volentieri!!

1 - Il post più popolare

Questo è il post che è stato visitato più volte e che ha raccolto un sacco di commenti, ed è anche uno di quei dolci che ho fatto più spesso e ha sempre riscosso un gran successo, sia dai piccoli che dai grandi!

2- Il post più bello


Per me non può che essere questo il post più bello, il "pulmino assassino", simbolo del mio matrimonio (assieme al maggiolone) perchè ci siamo sposati con questi mezzi ed è stato bellissimo! Aggiunto alla passione che ha mio marito verso di loro... e a tutte le gite fatte assieme agli amici sul T2 che avendo 9 posti ci accoglie tutti allegramente!

3 - Il post più controverso



Mai avrei pensato che un dolce con la zucca potesse piacermi così tanto, ha un gusto indescrivibile!


4 - Il post più utile


Credo sia questo il post più utile, almeno per quanto mi riguarda, visto che noi alla mattina facciamo colazione con i biscotti, e questi sono gli unici approvati da mio marito (per ora.. io continuo a sperimentare anche se questi sono veramente buoni)


5 - Il post del quale vado più fiera


Perchè dopo averli guardati, e guardati e riguardati in tanti blog che li ritraevano uno più bello dell'altro,  finalmente mi sono decisa a farli, e quando li ho assaggiati e sono stata invasa dalla loro bontà, beh è stata una soddisfazione unica! Anche perchè sono belli oltre che buoni e tutti gli assaggiatori mi hanno dato pieni voti!

6 - Il post che non ha avuto l'attenzione che meritava


E' uno dei miei dolci preferiti, non so perchè non ha avuto molto successo, forse per colpa delle mie foto non tanto professionali (ma adesso ho la macchinetta nuova e cercherò di impegnarmi!!), ma posso assicurare che è di una bontà infinita!

7 - Il post il cui successo mi ha stupita

Qui non posso mettere un post in particolare, sinceramente mi ha stupito ogni commento lasciato. Quando ho iniziato questo blog, per raccogliere le mie ricette e per avere sempre a portata di mouse tutti i blog che mi piacciono e dai quali "rubo" ricette,  non avrei mai creduto che qualcuno mi leggesse e commentasse i miei post, quindi qualsiasi commento lasciato per me è un successo!

E ora la parte più difficile, chi invito??
La mamma pasticciona
Cucinafaciledivale
Piccantisaporispeziati

venerdì 18 novembre 2011

Banana Bread


Avevo giusto tre banane che ormai camminavano da sole, ed ecco che per caso trovo in un blog la ricetta del banana bread, che ho scoperto essere un dolce anglossassone che si fa con le banane molto mature (e le mie di sicuro lo erano!!). Non contenta inizio a cercarne altre e così dallo studio e dall'unione di più ricette ecco che ne tiro fuori una "mia"... Per la rete se ne trovano con le gocce di cioccolato, o bicolore o senza niente, io ovviamente ho optato per le gocce di cioccolato!! E l'ho adattata al kitchen aid che naturalmente, da quando mi è arrivato, cerco di sfruttarlo il più possibile (maniaca... avevo provato ad usarlo anche per l'impasto dei biscotti ma forse sono un po' troppo esagerata perchè alla fine l'ho dovuto finire a mano..).
Tornando al Banana bread, con piacere posso dire che è uscito bene, molto molto buono (ma assolutamente da non mangiare caldo, ho provato ad assaggiarlo e stavo per buttare via tutto.. per fortuna non l'ho fatto perchè poi quando l'ho assaggiato da freddo mi sono veramente ricreduta!!) Ecco qua gli ingredienti che ho usato

Ingredienti
  • 2 banane molto mature schiacciate e ridotte ad una purea grossolana
  • 2 uova
  • 175 g. di zucchero
  • 75 g. di burro ammorbidito a temperatura ambiente
  • 225 g. di farina "00"
  • una bustina di lievito vanigliato (da 16 g)
  • 2 cucchiai di latte
  • 100 gr. cioccolato fondente a pezzetti
Preparazione
Sbattere con il kitchen aid  le uova e lo zucchero 

Aggiungere a filo il burro fuso e il latte, poi incorporare la farina e il lievito setacciati e per ultime le banane schiacciate con la forchetta.

Aggiungere gocce di cioccolato infarinate e mescolare con spatola in silicone

Imburrare ed infarinare lo stampo (io ho usato quello da plumcake) e versarvi il composto.

Cotto per circa un’ora (fare prova stecchino) a 170°

mercoledì 16 novembre 2011

Biscotti croccanti alla vaniglia


 Perfetti per la colazione! Per ora sono quelli che più mi sono piaciuti tra tutti quelli che ho fatto, soprattutto perche vengono belli fragranti. Li ho trovati nel blog di Katiagioia su cookaround e in questo caso non ho apportato alcuna modifica, e sono davvero perfetti così! Oltrettutto sono semplici e velocissimi da fare. Mi sa che finalmente smetto di comprare i biscotti per la colazione!!

Ingredienti:

450 g. Farina
100 g. Maizena
2 cucchiaini di lievito
200 g. Zucchero
180 g. Burro Fuso
1 uovo
60 g. panna
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
un pizzichino di sale


Preparazione

Versare tutti gli ingredienti in una ciotola e impastare.

Fare una palla e metterla in frigo per 30 minuti. (C'era scritto di avvolgerla nella pellicola ma io l'ho messa senza perchè me ne sono accorta troppo tardi...)

Riprendere l'impasto, stendere con spessore di 5 mm e tagliare con le forme desiderate.

Infornare e cuocere a 170 ° per 10 minuti circa o comunque finchè vengono dorati.

venerdì 11 novembre 2011

San Martino


Quest'anno anch'io ho fatto San Martino, certo non è bellissimo ma era una prova ed ho usato quello che avevo in casa, però era buono! Ho usato una frolla dello sorelle Simili, un po' modificata da eta spice, trovata sul blog di cookaround, e poi modificata anche da me! Ho aggiunto un po' di scorza d'arancia per dargli un profumo diverso e con la cioccolata ci sta proprio bene!
Con queste dosi me ne sono venuti fuori due, più una mini crostatina e 5 biscotti ripieni di nutella!!!

Ingredienti:

200 g di farina
100 g di burro
60 g di zucchero a velo
1 bustina vanillina
un pizzico di sale
2 tuorli (ma non buttate assolutamente gli albumi)
poca acqua fredda (2 o 3 cucchiai)
un po' di scorza d'arancia grattugiata

Preparazione
Mettete in una ciotola la farina a fontana. al centro mettere il burro che deve essere assolutamente da frigo tagliato a pezzetti.

Sfregare velocemente con la punta delle dita il burro con la farina. Bisogna farlo velocemente in modo che il burro non si scioga ne si scaldi.
Il composto dovrà risultare farinoso.

Mettere il composto di burro e farina a fontana e al cento metteteci 2 tuorli, lo zucchero a velo, il sale e la vanillina.

Sbattere con una forchetta i tuorli con lo zucchero a velo senza incorporare farina.
Successivamente coprire l'impasto di uova e zucchero con la farina.

Poi con una spatola sollevare il composto dai lati verso al centro. Se l'impasto è secco aggiungere un po' d'acqua (2-3 cucchiai provate con un cucchiaio alla volta cosi sapete regolarvi). Cercate di ammassare il composto in modo che si attacchi bene su se stesso.
Se alla fine perdete la pazienza usate le mani per impastare VELOCEMENTE (altro consiglio, per impastare dovete avere delle mani di ghiaccio altrimenti riscalderete il burro e la pastafrolla diventerà più dura. se avete le mani calde lavatele con dell'acqua gelata).

Fare una pallina, avvolgerla nella pellicola trasparente e metteterla in frigo per un'oretta.
  
Tirare fuori la pasta frolla dal frigo e datrle qualche colpetto con il mattarello per appiattirla un po'. 
Poi stenderla.


Per lo stampo ne ho scaricato uno da internet, l'ho stampato, l'ho incollato alla carta forno per non appoggiare la carta al dolce, poi ho steso la frolla e ritagliata.
Infornato finchè non ha preso colore (15/20 minuti a 180°).

 

quando si è raffreddato ho sciolto il cioccolato fondente, l'ho ricoperto e poi ci ho messo sopra un po' di decori.

Poi tutta contenta lo porto ai miei genitori e ovviamente nel tragitto si rompe una gamba!!!!

mercoledì 9 novembre 2011

torta compleanno Giulio



Questa è la torta che ho fatto al mio maritino, ovviamente appassionato di pulmini (oltre che di vespe, ma quella a vespa l'avevo già fatta per suo fratello...). La torta è il dolce pan di stelle ricoperto con cioccolato bianco che ha fatto da base.

martedì 8 novembre 2011

Tartufi di cioccolato al rum


Questa è una di quelle ricette ricevute in dono dalla mia vicina (le farò un monumento!!), in realtà la ricetta proviene dal libro del cioccolato della collana Le cordon bleu, ma se non era per lei io neanche la conoscevo, quindi ringrazio sempre la Franca per tutte le buone ricette che mi regala!

Ingredienti:

300 gr. di buon cioccolato fondente
100 ml di panna
1 cucchiaino di estratto o essenza di vaniglia
25 ml di rum scuro

cacao in polvere per spolverizzare

Preparazione:

Sminuzzare finemente il cioccolato e metterlo in una ciotola.
In un pentolino versare la panna e la vaniglia, portare ad ebollizione e versare sul cioccolato.
mescolare con una frusta fino ad ottenere un composto liscio.
Se alcuni pezzetti di cioccolato non si fossero sciolti, appoggiare la ciotola su una pentola di acqua bollente e mescolare leggermente per qualche minuto fino allo scioglimento.
Aggiungere il rum e riporre la crema in frigorifero finchè risulta ben ferma.
Formare delle palline di crema con uno scavino da melone o con una sacca da pasticcere munita di beccuccio liscio.
Tresferire le palline in frigorifero e lasciarle finchè diventano belle compatte.
Lavorarle nel palmo della mano per dare loro una forma più regolare e passarle nel cacao in polvere aiutandosi con una forchetta per ricoprirle in modo uniforme.

N.B. 
Siccome questi tartufi non vengono tuffati nel cioccolato prima di essere passati nel cacao non si conservano per più di 2 - 3 giorni.
Conservarli in frigorifero in un contenitore ermetico.
Ripassarli nuovamente nel cacao prima di servirli

mercoledì 2 novembre 2011

Pizza quadra

Questa è la ricetta che uso di solito per la pizza, ne voglio provare anche altre ma questa mi piace e così ogni volta ne guardo ne guardo e poi rifaccio la mia!!!
Questa volta l'ho fatta col kitchen aid, visto che finalmente sono riuscita a prenderlo lo sto usando a più non posso!! Meraviglioso!!

Ingredienti:

Per la pasta:

450 gr. di farina 00
240 ml di acqua
1/2 cubetto di lievito fresco
18 gr. di sale fino
2 cucchiai di olio evo

Base per la farcitura:

mozzarella
passata di pomodoro
sale

Ovviamente gli ingredienti per la farcitura variano in base ai propri gusti, si può anche fare a meno di mettere il pomodoro o la mozzarella.

Preparazione

Sciogliere il lievito in un po' d'acqua.

Versare la farina nella ciotola del kitchen aid e il sale e far andare a velocità 2 per 15 secondi per amalgamare.

Continuando a mescolare a velocità 2, aggiungere il lievito e lasciar andare per 15 secondi, aggiungere poi l'acqua un po' alla volta e alla fine l'olio (metterci in tutto 1 minuto al massimo). 
N.B. se gli ingredienti liquidi vengono aggiunti troppo in fretta si formerà una pozza intorno alla frusta per impastare, il che rallenterà il processo di preparazione dell'impasto.

Poi lasciar impastare per altri 3-4 minuti, fino a quando l'impasto si attaccherà alla frusta e si staccherà dai bordi della ciotola.

Cottura

Lasciar lievitare per 3-4 ore in una ciotola con un coperchio.
Poco prima di cucinarla accendere il forno a 200°. 

Stendere la pasta nella teglia del forno.

Aggiungere la polpa di pomodoro precedentemente salata (io di solito uso il Mutti) e infornare per 15 minuti

Togliere dal forno, mettere gli ingredienti scelti e coprire con la mozzarella.

Cucinare per altri 7-8 minuti finchè la mozzarella si scioglie e inizia a prendere colore.


Preparazione dell'impasto a mano

Setacciare la farina.

Far sciogliere il lievito in un po' d'acqua, disporre 300 gr. di farina a fontana in una ciotola, versare l'acqua e il lievito al centro e iniziare ad impastare. 

Dopo un po' aggiungere il sale e l'olio continuando ad impastare e poi aggiungere ancora farina sempre impastando finchè la pasta si stacca bene dalle mani e non è più appiccicosa (regolarsi se usarla tutta o se ne basta meno). Attenzione a non aggiungere troppa farina sennò la pizza diventa dura.

Lasciar riposare 3-4 ore con un coperchio.

Procedere con la cottura come indicato sopra.